Marta (Sonia Bergamasco) è la curatrice di un programma televisivo e insieme a Nicola (Fabrizio Gifuni) viaggia per l'Europa alla ricerca di filosofi, fisici e astronomi di nicchia.

Prendendo spunto da un sogno ricorrente che la vede musicista e germanofona, Marta sospetta di essere in contatto con Ludwig Van Beethoven.

Si sottopone quindi a un esperimento di ipnosi regressiva, che la condurrà alla ragionevole ipotesi di essere stata, in una vita precedente, un ricco mecenate amico di Beethoven.

Ecco quindi gli ultimi anni di vita del grande compositore, interpretato da Jodorowsky.

Uscita dall'ipnosi, la Bergamasco scoprirà che nel frattempo c'è stato un colpo di stato globale.