Partiti da un soggetto assolutamente pretestuoso, con Manlio Sgalambro, abbiamo scritto una sceneggiatura per un film-balletto.

Il protagonista, un "cavaliere inesistente", condivide con gli altri caratteri (stereotipi di comodo) l'incontro con lo 'straordinario'... Così la lezione di cucito, di tantra, l'esoterismo, la filosofia.

Il mio intento era quello di comporre e plausibilizzare questi sprazzi di veglia. La macchina da presa è il vero protagonista.


Franco Battiato